21gennaio: 3°incontro cammino sinodale parrocchia Gesù Buon Pastore (Casellina) Scandicci

Rispondi
sara
Messaggi: 4
Iscritto il: dom apr 02, 2017 3:52 pm

21gennaio: 3°incontro cammino sinodale parrocchia Gesù Buon Pastore (Casellina) Scandicci

Messaggio da sara » ven feb 09, 2018 9:52 pm

Domenica 21 gennaio Presso la parrocchia di "Gesù Buon pastore" a Casellina (Scandicci) si è svolto il 3°incontro del cammino sinodale con il tema "disinteresse" ripreso dalla mappa. Eravamo io e Cristina come animatori sinodali e presente il parroco don Giovanni Paccosi che ha introdotto il lavoro dei tavoli, con alcuni brani tratti dall'esortazione apostolica e il tema dalla mappa. Sono stati fatti 4 gruppi da 8 persone circa. Le persone presenti hanno condiviso che rispetto all'incontro con l'altro bisogna lavorare su se stessi, dare più spazio alla gratitudine più che al pessimismo ed egoismo per costruire insieme. Siamo chiamati a portare molto frutto ma per la gloria di Dio e quando non ce la facciamo la preghiera ci viene in aiuto. Ognuno all'interno della comunità ha la sua preziosità da chi fa il catechista a chi pulisce gli spazi della parrocchia. Siamo chiamati a vigilare sull'autoreferenzialità nelle nostra comunità dove facciamo un servizio per sentirci gratificati e ci aspettiamo soddisfazioni. La nostra testimonianza siamo chiamati a darla laddove siamo a partire dalla famiglia perché stare in relazione nell'amore e con accoglienza nel focolare domestico è la base per poi uscire verso gli altri, nei luoghi di lavoro ecc. È stato condiviso che c'è più gioia nel dare che nel ricevere e ci troviamo davanti a persone che non desiderano l'aiuto che noi pensiamo bene di dargli. Occorrono atti d'amore semplici, migliorarci in questo e di situazioni vicine a noi ce ne sono tante. Occorre andare oltre una fede da molti vissuta come obbligo, bensì testimoniare con la gioia l'incontro con Gesù che abbiamo fatto. Se sono rallegrato in Gesù l'altro lo vede. Evangelizzare con la vita, farsi piccoli non su un piedistallo, l'altro è attratto dalla nostra vita senza ostentazioni. Si va di fretta e questo ci fa perdere di vista l'altro. Quando ci troviamo in un'esperienza negativa, di sofferenza lì riusciamo a capire meglio l'altro. La preghiera ci dona discernimento sulle scelte e su come amare. È questione di attrazione l'incontro con Gesù. Il disinteresse è stato visto sia dal punto di vista di perdere la vita per l'altro mettere al centro il prossimo e come il mancato interesse per l'altro, l'indifferenza.

Il prossimo incontro è fissato per 2 marzo alle 21 per facilitare chi non poteva venire la domenica pomeriggio.

Alla fine dell'incontro in diversi hanno espresso il desiderio di portare questa modalità e il contenuto dell'evangeli gaudium al di fuori, al lavoro, nelle biblioteche.. nei condomini, e il parroco ha invitato calorosamente ognuno a prendere l'iniziativa laddove è, prima certo padroneggiando bene la" mappa "e il metodo ma poi buttarsi e partire.
Come sempre sono rimasta contenta e arricchita e mi ha aiutato l'ascolto nella condivisione a proposito di partire dalla mia famiglia e cercare di amare ognuno, perché forse la lascio in secondo piano, partire da vicino per andare lontano, fuori.
Sara

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite