Dal vicariato di Scandicci ... Parrocchia di "Gesù Buon Pastore a Casellina"

Rispondi
sara
Messaggi: 4
Iscritto il: dom apr 02, 2017 3:52 pm

Dal vicariato di Scandicci ... Parrocchia di "Gesù Buon Pastore a Casellina"

Messaggio da sara » lun dic 11, 2017 11:01 am

Domenica 3 dicembre presso la parrocchia Gesù Buon Pastore a Casellina (Scandicci) abbiamo fatto il secondo incontro per continuare il cammino sinodale incontrando la parrocchia. Attraverso la testimonianza di don Giovanni (parroco) e la presentazione del cammino sinodale diocesano con Cristina abbiamo introdotto il lavoro con i tavoli, vedendo il video e prendendo come guida della riflessione la mappa attraverso la parola "umiltà". Un'esperienza importante di confronto si rivela nella possibilità di dialogare in piccolo gruppo. Mi veniva in mente quel bisbiglio latino americano che un sacerdote missionario ci diceva negli incontri di formazione del cammino sinodale. Tanta partecipazione, tanto desiderio di incontrarsi, di fare chiesa e di mettersi in cammino. Viene spesso da dire all'inizio di questi incontri " siamo pochi rispetto al numero di tutta la parrocchia.." ma poi davvero tutto è un avvio fondamentale e prezioso,pochi ma portatori di un avvio, di un inizio che non sappiamo dove ci porterà ( come ci diceva don Giovanni) ma intanto incontriamoci e iniziamo insieme. Dalla riflessione dei tavoli è emersa l'occasione bella e importante avuta nella giornata dedicata al povero in cui la parrocchia ha fatto un pranzo con i poveri. Un momento da ripetere, un occasione che mi è sembrato di percepire sia l'inizio e lo stile che vogliamo per una chiesa in cammino, una chiesa aperta, sia con le porte dell'edificio sia nei cuori e nelle vite delle persone che ne fanno parte. Una chiesa che ascolta.Uscire fuori da se stessi, sporcarsi le mani e vedere che siamo due "poveri" siamo alla pari. Certo c'è paura a spogliarsi, a mettersi di fronte all'altro, a perdere se stessi perché causa sofferenza inizialmente..ci si può vergognare, ma veniva fuori che poi l'incontro con l'altro ti arricchisse. Trattare l'altro con dignità. È anche un sorriso, il saluto reciproco, l'accoglienza di una comunità partendo da ognuno di noi nella nostra vita che crea attrazione e avvicinamento dell'altro. Veniva fuori che nella comunità spesso si creano gruppetti e questo non fa certo bene a noi e a quel l'accoglienza di cui si diceva sopra. Importante è venuto fuori che la comunicazione non avvenga solo con i social media ma anche porta a porta cosi come è stato per questo incontro. Alla fine dell'incontro personalmente sono tornata a casa ricca, felice del confronto, perchè non vi nascondo che essendo di domenica ero partita da casa con un po' di fatica, e invece davvero ho ricevuto il centuplo. Grazie don Giovanni,grazie Cristina, grazie Elda, grazie Rosanna e grazie ad ognuno che ha partecipato! Il prossimo incontro che si svolgerà nella parrocchia di "Gesù buon pastore" a Scandicci sarà il 21\1 . Il parroco ha invitato i presenti a portare lo stile della cammino sinodale nelle varie realtà della parrocchia ognuno laddove è, improntando l'anno pastorale sul cammino sinodale.Continueremo poi a gennaio appunto proseguendo nella riflessione comunitaria con la mappa.
Sara

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite